Via R. Fucini, 124/126

Blog

Iva alla scuola guida

Iva alla scuola guida: le novità da sapere.

La nuova risoluzione dell’Agenzia delle entrate stabilisce l’applicazione IVA al 22% alle scuole guida. Cosa c’è da sapere per i prossimi e gli attuali studenti?

Iva alla scuola guida? Purtroppo c’è una cattiva notizia per tutti i prossimi studenti che, mediante una scuola guida di fiducia, si appresteranno ad iniziare i corsi per il conseguimento della patente. Se hai scelto l’autoscuola Autoclub Puntoguida per conseguire la tua prima patente, oppure per rinnovarla, è bene che tu sia informato su una grossa novità recentemente entrata in vigore: l’IVA al 22% alle scuole guida e ai relativi servizi di istruzione e formazione dello studente non ancora patentato. Diversamente da quanto finora accaduto, non si potrà più applicare l’esenzione alle lezioni utili per ottenere la patente. L’ha stabilito l’Agenzia delle Entrate con la risoluzione 79/E del 03/09/2019.

IVA alla scuola guida: cosa cambia?

L’Iva al 22% alle scuole guida verrà applicata in quanto la nuova risoluzione ha classificato come ‘’insegnamento specialistico’’ le lezioni di guida le quali, per tanto, non potranno più beneficiare dell’esenzione del pagamento dell’imposta sul valore aggiunto. L’applicazione Iva purtroppo renderà i corsi di guida e tutti i servizi di scuola guida, chiaramente, più costosi per il consumatore. Nel provvedimento, però, il contribuente avrà ‘’diritto alla detrazione dell’imposta corrisposta sugli acquisti di beni e servizi relativi all’attività esercitata’’ e tutti i consumatori del servizio potranno usufruire di regolare documento fattura per detratte – nei limiti legislativi – l’importo speso per conseguire e/o rinnovare la propria patente o altro tipo di permesso di conduzione.

Retroattività IVA al 22% per la scuola guida e studenti.

La risoluzione avrà effetto retroattivo, almeno per tutti coloro che hanno conseguito la patente dal 14/2015.

Il cambio di rotta ha effetti anche sulle lezioni di guida già fatturate e l’Agenzia delle Entrate fornisce al contribuente le istruzioni da seguire:

  • è necessario emettere una nota di variazione, in linea con quanto stabilito dall’articolo 26, comma 1, del d.P.R. n. 633 del 1972;
  • bisogna inserire la maggiore imposta nella dichiarazione integrativa di ciascun anno solare di effettuazione delle prestazioni ancora accertabile;
  • bisogna procedere al versamento della maggiore IVA che risulta da ciascuna dichiarazione integrativa.

Quindi, in conclusione?

L’inserimento dell’aliquota IVA al 22% per i servizi di scuola guida sicuramente non è una buona notizia, per il contribuente e per il consumatore finale. Noi del gruppo autoscuole Autoclub Puntoguida – la tua autoscuola di fiducia a Roma Nord – purtroppo non possiamo esimerci dal rispetto della nuova normativa e abbiamo provveduto, nel rispetto di una chiara e trasparente comunicazione, ad aggiornare il nostro sito web chiarendo l’aggiunta dell’IVA sui servizi di conseguimento patenti e affini. Il nostro impegno sarà quello di tentare di innalzare ancor di più i nostri standard qualitativi per offrire a tutti i nostri studenti, a parziale rimborso professionale, ancor più cura e abnegazioni: fattori che già ci distinguono nel panorama delle autoscuole nella città di Roma.

Convenzionati con: